Se il medico di base si rifiuta di scrivere una patologia o presunta tale

Descrivi le tue esperienze affinché sia possibile aiutare altri utenti
brio
Messaggi: 1
Iscritto il: lun nov 21, 2022 12:08 pm

Re: Se il medico di base si rifiuta di scrivere una patologia o presunta tale

Messaggio da brio » lun nov 21, 2022 12:11 pm

io ho cambiato medico, ma la storia è sempre la stessa. a me sembra assurdo dover farmi prescrivere una visita oculistica e mi tocca pagare pienamente una visita privata perchè non c'è modo per farmi fare una ricetta da nessuno. E così per tante altre cose...

newland
Messaggi: 2842
Iscritto il: gio giu 13, 2019 12:46 pm

Re: Se il medico di base si rifiuta di scrivere una patologia o presunta tale

Messaggio da newland » lun nov 21, 2022 9:48 pm

ma perché il medico riteneva che dovessi fare la visita oculistica? Avrà avuto un motivo no? Basta che gli chiedi se cortesemente invece di sintomo indica la patologia che potresti avere o che hai perché altrimenti l'assicurazione non paga. Che problemi ha a farlo? Forse il suo problema è per le ricette per SSN digli che ti va bene una semplice ricetta bianca su carta intestata...di solito sono più propensi perché fanno risparmiare il SSN
Ma visto che sulla ricetta possono scrivere prescrivo visita otorino per prurito al naso non capisco perché non ti possa scrivere una benedetta patologia-
Non è assurdo che l'assicurazione pretenda una patologia perché serve a certificare una reale necessità della visita visto che non è un ente di beneficienza e copre malattie ed infortuni e non si possono fare visite a piacimento, per controllo o per un sintomo che non presuppone alcuna patologia. Se il tuo medico ritiene necessaria la visita vuol dire che hai o potresti avere qualcosa e allora che lo scriva esplicitamente. Non è così difficile.
Qualsiasi assicurazione pretende un giustificativo per liquidare

carlobln
Messaggi: 2
Iscritto il: mar gen 24, 2023 10:56 am

Re: Se il medico di base si rifiuta di scrivere una patologia o presunta tale

Messaggio da carlobln » mar gen 24, 2023 11:11 am

Buongiorno a tutti e approfitto per scrivere anch'io in questo forum per raccontarvi il mio punto di vista derivato dalla mia esperienza personale.
Trovo del tutto legittimo, da parte di un medico curante, chiedere un approfondimento diagnostico o di uno specialista a fronte di un dolore generico manifestato da un suo paziente. Un dolore a un ginocchio, per es., in mancanza di traumi può essere originato da un numero altissimo di patologie (alcune anche letali) e trovo estremamente professionale, da parte di un medico curante, non dare giudizi in mancanza di prove, le quali possono arrivare solo a seguito di un esame più approfondito, come possono essere radiografie, risonanze, TAC, ultrasuoni, ecc.
Trovo francamente una grande sciocchezza, nonchè scorrettezza tecnica, sicuramente volta a far risparmiare Metasalute e a svantaggio degli iscritti, obbligare un medico a fornire una diagnosi quando un esame o l'approfondimento di uno specialista viene richiesto proprio per capire l'origine di un problema.
Spesso i medici, per venire incontro alle richieste dei pazienti, per soddisfare i requisiti richiesti da questa assicurazione, inseriscono una patologia a caso, commettendo un falso e rischiando poi eventuali rivalse da parte dello stesso paziente nel caso in cui la diagnosi si rivelasse errata e quell'errore, certificato dallo stesso pezzo di carta che abbiamo obbligato il medico a scrivere, si rivelasse determinante o fuorviante nella diagnosi e la cura di una malattia.

newland
Messaggi: 2842
Iscritto il: gio giu 13, 2019 12:46 pm

Re: Se il medico di base si rifiuta di scrivere una patologia o presunta tale

Messaggio da newland » mar gen 24, 2023 12:00 pm

se cerchi nel forum discussioni in merito ne trovi quante vuoi. Noi qui siamo assicurati come te che cercano di aiutare.
Le polemiche non servono: come detto più volte l'assicurazione non può pagare a fronte di un sintomo altrimenti non ci sarebbe neanche bisogno di ricetta. Ti prude il naso vai dall'otorino e quindi fallirebbe no? Non essendo un ente di beneficenza ha bisogno che il medico certifichi che tale sintomo potrebbe essere ricondotto ad una patologia e presuppone qualcosa che poi esami o visite specialistiche potranno confermare o confutare. Non è una sciocchezza: tutte le assicurazioni devono avere documentazione adeguata per liquidare un danno. Forse tu vai dall'assicurazione auto con un danno al mezzo e ti rimborsano così' senza nessuna documentazione? Nessuno ha chiesto patologie a caso ma patologie coerenti con i sintomi, se il medico non ritiene ci possa essere patologia che non faccia la ricetta, se mette una patologia che pensa tu possa avere e viene confutata dallo specialista non è un falso ma che il medico ha interpretato in una maniera. Niente di fuorviante o che può far danni. Se fosse infallibile non servirebbero esami né specialisti. E con questo chiudo il discorso

Rispondi